DETRAZIONI

DETRAZIONI 2020

Detrazioni SICUREZZA 2020

Le agevolazioni fiscali per coloro che installano un sistema di sicurezza sono decisamente interessanti e possono permettere un bel risparmio sulla spesa finale.
Per l’acquisto di impianti di antifurto effettuate nel corso del 2020 sono previste detrazioni fiscali del 50% della spesa sostenuta.
Per rientrare nella categoria delle spese sostenute e passibili di detrazione, è necessario che siano “interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi”.
QUALI SONO LE SPESE CONSENTITE ?

Su questa base si considerano detraibili spese per:

  • impianti di videosorveglianza
  • impianti di antifurto
  • installazione o sostituzione di cancelli, cancellate e protezioni murarie.
  • vetri antisfondamento
  • porte blindate
  • tapparelle motorizzate e meccaniche
    o installazione o sostituzione di catenacci, serrature e spioncini

Sono considerate nel novero delle spese con agevolazioni fiscali, anche quelle di progettazione e installazione di un antifurto in casa o ufficio, spese professionali, spese sostenute per sopralluoghi e perizie da esperti nel settore sicurezza.
Non si considerano detraibili tutte le spese sostenute per i contratti di vigilanza e sorveglianza.
Il pagamento, per poter provare e usufruire delle detrazioni fiscali, è necessario che avvenga tramite bonifico bancario o postale, con causale comprendente il codice fiscale del beneficiario o la partita IVA di chi riceve il pagamento.

MODALITÀ
Il pagamento, per poter provare e usufruire delle detrazioni fiscali, è necessario che avvenga tramite bonifico bancario o postale, con causale comprendente il codice fiscale del beneficiario o la partita IVA di chi riceve il pagamento
CHI PUÒ BENEFICIARNE

Le detrazioni fiscali possono essere utilizzate dai proprietari di immobili dove si installa l’antifurto, i familiari del proprietario (parenti fino al terzo grado e affini entro il secondo), dagli affittuari della casa, dal nudo proprietario e dagli usufruttuari.
Inoltre, anche da soci di cooperative e imprese semplici, così come dagli imprenditori individuabili, per gli immobili che non rientrano tra i beni strumentali o tra i prodotti

Dubbi o domande ? CONTATTACI

039 9920923

DETRAZIONI 2020

Ecobonus 2020 per la DOMOTICA 

Quando parliamo di Ecobonus 2020 per la domotica, intendiamo un incentivo di natura fiscale per chi ha sostenuto l’acquisto di apparecchiature che consentono il controllo da remoto di impianti elettrici e di riscaldamento. Il controllo da remoto, ovviamente, avviene attraverso sistemi multimediali.
Cosa significa? In parole semplici, le apparecchiature acquistate devono consentire il controllo a distanza di impianti di climatizzazione, riscaldamento e produzione di acqua calda, attraverso computer, tablet o smartphone. Le spese detraibili riguardano sia l’acquisto che l’installazione di questi dispositivi.
MODALITÀ

Se intendi installare nella tua casa un sistema domotico per il controllo a distanza di riscaldamento, climatizzazione e produzione dell’acqua calda dovrai farti rilasciare dall’impresa installatrice la documentazione che attesta l’intervento. Inoltre il pagamento dovrà avvenire mediante bonifico bancario che riporti le informazioni seguenti:

  • causale del versamento
  • codice fiscale di chi usufruisce della detrazione
  • codice fiscale o numero di partita IVA dell’impresa che ha effettuato il lavoro

Le spese sono cumulabili nel corso dell’anno, fino al 31 dicembre 2020.
Per ufficializzare l’agevolazione dell’Ecobonus 65 per l’anno 2020, il beneficiario della detrazione dovrà dichiarare le spese sostenute per la domotica nella prossima dichiarazione dei redditi. L’importo da detrarre dovrà essere suddiviso in 10 quote annuali di pari importo fino al massimo di 100mila Euro

CHI PUÒ BENEFICIARNE

Possono usufruire dell’Ecobonus 65% per la domotica tutti i contribuenti privati residenti e non residenti in Italia ed i contribuenti titolari di impresa con Partita IVA che, a qualunque titolo, possiedono l’immobile oggetto dell’agevolazione.
Pertanto la detrazione per la domotica al 65% spetta a :

  • Persone fisiche: i titolari di un diritto reale sull’immobile e gli inquilini che hanno in comodato d’uso l’immobile
  • Titolari di partita IVA esercenti arti e professioni
  • Contribuenti con redditi d’impresa: persone fisiche, società di persone, società di capitali
  • Associazioni tra professionisti
  • Enti che non svolgono attività commerciale.

La detrazione spetta anche ai familiari che convivono con la persona che detiene o possiede l’immobile oggetto dell’agevolazione fatta eccezione per gli immobili strumentali all’attività d’impresa, arte o professione.

Dubbi o domande ? CONTATTACI

039 9920923